Filosofia

Molti genitori si chiedono: “Devo davvero smettere di allattare per far dormire mio figlio? È necessario metterlo nella sua cameretta per ottenere qualche ora di sonno in più? Devo lasciarlo piangere affinché capisca da solo come addormentarsi?"

La risposta è… ASSOLUTAMENTE NO! La mia filosofia è trovare  un’alternativa gentile per tutte le famiglie che vogliono migliorare il sonno del loro bambino. Questo approccio tiene conto delle necessità di figli e genitori e può essere modulato in base alle vostre esigenze. Non esiste giusto o sbagliato, esiste solo quello che è meglio per voi!

L’obbiettivo è incoraggiare voi genitori ad essere sempre amorevoli e reattivi, permettendo allo stesso tempo a vostro figlio di imparare delle nuove associazioni al sonno positive. Voi potrete e dovrete offrire supporto fisico e verbale durante tutto il percorso e questo supporto promuoverà un attaccamento sicuro tra voi e il vostro bambino.

Lasciar piangere il proprio bambino non offrendogli conforto, è una pratica vecchia, controproducente e dannosa. Osservare invece il proprio cucciolo, supportarlo, affiancandolo durante i suoi nuovi traguardi, è un processo che può essere un po' più lungo, ma che vi assicuro, vi darà moltissima soddisfazione!

Il mio approccio si dissocia completamente dal "metodo" Estivill o cry-it-out (lasciar piangere il proprio bambino, andando fuori dalla stanza), o dal "metodo" Ferber (lasciare il bambino nel lettino e rientrare in stanza dopo un certo tot di minuti per consolarlo). Io stessa non avrei mai agito in nessuno di questi due modi, pertanto concludo dicendo che AVETE ALTRE SCELTE e sarò lieta di aiutarvi a trovare la vostra strada.

Il mio lavoro è quello di creare un percorso personalizzato che sia conforme alla vostra filosofia genitoriale, all’età del vostro bambino, alla sua salute, al suo temperamento, tenendo in considerazione il benessere materno e le relative dinamiche famigliari. E ancora più importante, vi supporterò e sarò al vostro fianco durante l’intero processo, sia per il sonno notturno, sia per i pisolini!

Se avete ulteriori domande riguardanti la mia filosofia, non esitate a chiedere, potete contattarmi qui: Contatti

Di seguito trovate alcune risposte alle domande più frequenti:

  • L’allattamento al seno viene sempre preservato e non è mai necessario interromperlo per migliorare i risvegli notturni.
  • Puoi insegnare a dormire a tuo figlio anche se condividete la stessa stanza o lo stesso letto.
  • Lavoro con i genitori dei bambini dai 6 mesi ai 6 anni. Per i neonati al di sotto dei 6 mesi, offro consulenze ai genitori per aiutarli a mettere in pratica delle abitudini al sonno positive fin da subito, così da potenzialmente evitare successive problematiche legate al sonno.

Service available in English.